Studio Architetturale Didoné Comacchio Lapitec Cersaie 2018 Lapitec Cersaie 2018 Lo sviluppo della modulazione dello spazio interno è influenzata dalla geometria della pianta in cui è enfatizzata la dimensione longitudinale. Questo è riflesso nel disegno degli elementi di arredo e soprattutto dal monolite centrale, elemento centripeto di tutto lo stand, che accoglie le funzioni di accoglienza e display del materiale.L’intervento mantiene una continuità di linguaggio con gli stand precedenti caratterizzati dalla presenza del fondale cromie-finiture del materiale. La rilettura avviene attraverso una riconfigurazione in cui la profondità e la parte sensoriale vengono esaltate attraverso un gioco di ombre e finiture.Lo stand sfrutta la pietra sinterizzata in tutte le sue declinazioni: rivestimento verticale, pavimentazione, arredo, decoro. Progetto #: 64
Via dei Prati, 14 36027 - Rosà, Vicenza Italy
Studio Architettura Didoné Comacchio

Lapitec Cersaie 2018


Tipologia
Stand

Luogo
Bologna BO

Anno
2018

Stato
realizzato

Lo sviluppo della modulazione dello spazio interno è influenzata dalla geometria della pianta in cui è enfatizzata la dimensione longitudinale. Questo è riflesso nel disegno degli elementi di arredo e soprattutto dal monolite centrale, elemento centripeto di tutto lo stand, che accoglie le funzioni di accoglienza e display del materiale.

L’intervento mantiene una continuità di linguaggio con gli stand precedenti caratterizzati dalla presenza del fondale cromie-finiture del materiale. La rilettura avviene attraverso una riconfigurazione in cui la profondità e la parte sensoriale vengono esaltate attraverso un gioco di ombre e finiture.

Lo stand sfrutta la pietra sinterizzata in tutte le sue declinazioni: rivestimento verticale, pavimentazione, arredo, decoro.



image1
image2
image3
image4
image5
image6
image7
image8
image9