Studio Architetturale Didoné Comacchio Metamorphosis Metamorphosis Metamorphosis è un’installazione frutto della collaborazione tra Paolo Didonè, Devvy Comacchio e Make that studio – Nicola Russo e Dea Sgarbossa – in occasione del Bologna Water Design 2014. Il percorso ha inizio con il progetto Subgeometry, una ricerca fotografica realizzata da Make that studio sulle geometrie sottomarine del Sud-Est Asiatico dalle quali sono stati ricavati quattro pattern organici da applicare nel settore architettonico e soprattutto dell’interior design. Il progetto, esposto per la prima volta presso la Serra dei Giardini di Venezia in occasione della XIV Biennale di Architettura, comprendeva una serie di maxi tavole in tessuto serigrafate artigianalmente per esporre il risultato dei pattern ripetuti su grandi superfici.Metamorphosis, frutto della collaborazione tra i due studi, prevede l’applicazione dei pattern rivisitati ed adattati su supporti di ceramica. L’ambiente intimo e accogliente all’interno dell’ex ospedale dei Bastardini ospita l’installazione che trova ispirazione dall’atmosfera della stanza del tè giapponese. I pattern sottomarini diventano piano di appoggio per strutture che fungono da alzate su cui poggeranno le ciotole da te.L’acqua e le metamorfosi da essa indotta ai materiali divengono motivo di sperimentazione. L’interazione tra gli elementi è motivo di una continua metamorfosi che ha nell’acqua il comune denominatore, capace di conferire diverse sfumature.METAMORPHOSIS - The making of from Make that studio on Vimeo. Progetto #: 23
Via dei Prati, 14 36027 - Rosà, Vicenza Italy
Studio Architettura Didoné Comacchio

Metamorphosis


Tipologia
installazione temporanea

Luogo
Bologna -water design

Anno
2014

Stato
realizzato

Metamorphosis è un’installazione frutto della collaborazione tra Paolo Didonè, Devvy Comacchio e Make that studio – Nicola Russo e Dea Sgarbossa – in occasione del Bologna Water Design 2014. 

Il percorso ha inizio con il progetto Subgeometry, una ricerca fotografica realizzata da Make that studio sulle geometrie sottomarine del Sud-Est Asiatico dalle quali sono stati ricavati quattro pattern organici da applicare nel settore architettonico e soprattutto dell’interior design. 

Il progetto, esposto per la prima volta presso la Serra dei Giardini di Venezia in occasione della XIV Biennale di Architettura, comprendeva una serie di maxi tavole in tessuto serigrafate artigianalmente per esporre il risultato dei pattern ripetuti su grandi superfici.

Metamorphosis, frutto della collaborazione tra i due studi, prevede l’applicazione dei pattern rivisitati ed adattati su supporti di ceramica. 
L’ambiente intimo e accogliente all’interno dell’ex ospedale dei Bastardini ospita l’installazione che trova ispirazione dall’atmosfera della stanza del tè giapponese. 
I pattern sottomarini diventano piano di appoggio per strutture che fungono da alzate su cui poggeranno le ciotole da te.

L’acqua e le metamorfosi da essa indotta ai materiali divengono motivo di sperimentazione. 

L’interazione tra gli elementi è motivo di una continua metamorfosi che ha nell’acqua il comune denominatore, capace di conferire diverse sfumature.

METAMORPHOSIS - The making of from Make that studio on Vimeo.



image1
image2
image3
image4
image5