Studio Architetturale Didoné Comacchio Monumento Alpini Monumento Alpini Una MAPPA è un insieme di simboli che richiamano dei concetti territoriali. Lo stesso vale per il progetto: una mappa in cui avviene una rilettura astratta del nostro territorio e del legame creatosi tra le montagne e gli esseri umani in una particolare circostanza.Un PODIO: la nostra base è la forza dei nostri legami, delle nostre relazioni interpersonali.Una mappa della vita.L’idea dell’appartenenza, degli intrecci che costituiscono l’esistenza umana e le sue relazioni. La sua solidità e la sua fragilità, la facilità e l’imprevedibilità con cui tutto ciò può venir meno.I VUOTI: la partenza, l’abbandono della propria casa per compiere un sacrificio.Una mappa dell’abbandono.Ogni impronta è un addio di molti per una causa maggiore. Vuoti lasciati dalla perdita di vite nell’esistenza di tutti i giorni. Vuoti che non possono essere riempiti e vivono nel ricordo.Gli STELI: il loro sacrificio cambia il significato e la percezione della natura. Una mappa del sacrificio.I vuoti, quindi gli alpini partiti dal nostro territorio, divengono parte stessa della montagna che non è più solamente un massiccio naturale ma diviene unione fra natura e spirito. La grandezza di questi monti non è dovuta solo ad un fattore fisico/naturale ma anche all’unione fra natura e uomo. I vuoti lasciati acquistano la loro nuova identità fondendosi con il luogo e attribuendogli un nuovo significato nella memoria Progetto #: 19
Via dei Prati, 14 36027 - Rosà, Vicenza Italy
Studio Architettura Didoné Comacchio

Monumento Alpini


Tipologia
Monumento

Luogo
Rossano Veneto VI

Anno
2009

Stato
Realizzato

Una MAPPA è un insieme di simboli che richiamano dei concetti territoriali. Lo stesso vale per il progetto: una mappa in cui avviene una rilettura astratta del nostro territorio e del legame creatosi tra le montagne e gli esseri umani in una particolare circostanza.

Un PODIO: la nostra base è la forza dei nostri legami, delle nostre relazioni interpersonali.

Una mappa della vita.

L’idea dell’appartenenza, degli intrecci che costituiscono l’esistenza umana e le sue relazioni. La sua solidità e la sua fragilità, la facilità e l’imprevedibilità con cui tutto ciò può venir meno.

I VUOTI: la partenza, l’abbandono della propria casa per compiere un sacrificio.

Una mappa dell’abbandono.

Ogni impronta è un addio di molti per una causa maggiore. Vuoti lasciati dalla perdita di vite nell’esistenza di tutti i giorni. Vuoti che non possono essere riempiti e vivono nel ricordo.

Gli STELI: il loro sacrificio cambia il significato e la percezione della natura. Una mappa del sacrificio.

I vuoti, quindi gli alpini partiti dal nostro territorio, divengono parte stessa della montagna che non è più solamente un massiccio naturale ma diviene unione fra natura e spirito. La grandezza di questi monti non è dovuta solo ad un fattore fisico/naturale ma anche all’unione fra natura e uomo. I vuoti lasciati acquistano la loro nuova identità fondendosi con il luogo e attribuendogli un nuovo significato nella memoria



image1
image2
image3
image4
image5
image6
image7
image8